LA COMPAGNIA DELLA ROSA E DELLA SPADA

NAPOLI (NA)

CHI SIAMO:
La nostra è un'associazione formata da persone come tante, unite dall'intenzione di far riscoprire il patrimonio storico-culturale del Mezzogiorno attraverso la rievocazione storica del medioevo. Cerchiamo quindi di portare il visitatore "nella storia", ponendolo a diretto contatto con i nostri figuranti e le nostre attrezzature, al fine di farlo sentire "parte" della rappresentazione messa in atto.

Alla base delle nostre attività c’è la ricerca attraverso documenti, testi e fonti iconografiche relative al periodo storico da noi preso in esame. In virtù di tali studi, siamo stati in grado di ricreare abbigliamenti ed equipaggiamenti del tempo. Tutti gli oggetti da noi ricostruiti, che si tratti di un elmo o di un cucchiaio, sono realmente utilizzati e messi alla prova durante le nostre rappresentazioni, sia per testarne l’efficacia sia per proporre al pubblico una valida dimostrazione del funzionamento di tali suppellettili.

In particolare, da alcuni anni, ci occupiamo della prima metà del XIII secolo, con la ricostruzione di una conrois di cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, comunemente conosciuti come Ospedalieri, e del loro seguito di cavalieri laici (donati), turcopoli, mercenari e servi. Grazie a diverse fonti iconografiche, alla Regola e agli Statuti dell’Ordine, abbiamo realizzato gli abiti degli Ospedalieri. Con l’aiuto di numerosi artigiani europei abbiamo realizzato le armi, gli usberghi, gli scudi, gli elmi, l’accampamento e l’ospedale da campo.

Infine, attraverso lo studio di alcuni manoscritti basso-medievali (debitamente integrati dalle fonti iconografiche e letterarie), abbiamo ricostruito il combattimento dell’epoca, sia per quanto riguarda gli scontri tra singoli che tra gruppi di armati.

Ogni sabato, ci riuniamo in palestra per studiare l’uso delle armi antiche in duello o in formazioni da battaglia con muro di scudi, lance e archi. Da alcuni mesi abbiamo dato il via anche alle esercitazioni di tiro con l’arco storico, grazie all’ausilio di esperti del settore.

La nostra Compagnia ha ormai una lunga esperienza, avendo organizzato e/o partecipato a più di 50 manifestazioni, tra battaglie, assedi, tornei, stage di scherma storica ecc.

ATTIVITA':
Partecipiamo a feste, eventi, manifestazioni e rappresentazioni storiche mettendo in scena la vita medioevale nella sua quotidianità come negli eventi bellici. Insceniamo combattenti con vari tipi di armi, organizziamo duelli e battaglie. Le attrezzature sono tutte ricostruite fedelmente.
Disponiamo di un drappello di Cavalieri Ospitalieri in arme, di turcopolieri (esploratori musulmani storicamente utilizzati dagli Ospitalieri) e mercenari. Nell’accampamento degli Ospedalieri c’è la possibilità di inserire l’ospedale da campo con tanto di giacigli, barella e strumentario chirurgico.

La Compagnia è composta da più di 20 membri, in grado, in ogni caso, di interpretare i più diversi personaggi medievali (nobili, popolani, mercanti, guardie cittadine, chierici, monaci ecc).

La nostra Compagnia ha ormai all'attivo più di 50 manifestazioni, tra battaglie, assedi, tornei, stage di scherma storica ecc.

Duello (da 2 a 8 duellanti): ci battiamo con abiti e armi medioevali, in base alle tecniche del tempo. Daremo luogo ad appassionanti tornei, introdotti e coadiuvati da un “maresciallo di campo” (una sorta di giudice) anch’esso in abito storico. Per il torneo (la melee, la mischia) ci siamo basati sugli studi dei tornei a piedi descritti dai maggiori storici francesi e italiani (in particolare Florì e Cardini).

Battaglie Campali: in collaborazione con altri gruppi organizziamo battaglie campali con un folto numero di valorosi combattenti (possibilità di inserire arcieri e macchine d’assedio). In base al numero e alla tipologia dei combattenti disponibili organizzeremo la tattica maggiormente attinente al periodo preso in esame (siamo comunque aperti a richieste specifiche).

Accampamenti Militari: allestiamo un campo militare con i personaggi che ne potevano far parte. Faremo dimostrazioni di tiro con l'arco, combattimento, intrattenimento e divulgazione della cultura medioevale. I membri della Compagnia sono istruiti in modo da poter fornire informazioni e spiegazioni al pubblico in merito alle nostre ricostruzioni e alla vita del tempo. Il nostro campo è una sorta di “museo interattivo”: il pubblico avrà la possibilità di sedersi con noi, toccare con mano i nostri vestiti, le nostre stoviglie e le più disparate attrezzature. .

La Ronda in arme: un gruppo di soldati gira per le strade in formazione (da concordarsi la cadenza della ronda cittadina). A questa possono essere affiancati piccoli avvenimenti quali il Furto, in cui un nostro figurante ne deruberà un altro, per poi esser preso dopo una rocambolesca fuga, al termine della quale verrà messo alla Gogna, ove verrà esposto al pubblico ludibrio. L’Attacco alla Ronda cittadina: in cui un gruppo di briganti attaccano la ronda, scatenando un piccolo combattimento all’arma bianca.

Le Guardie cittadine: da piazzare all’ingresso di edifici e chiese o agli angoli delle strade (da concordarsi la durata della guardia).

La Rissa da taverna: tra due o più persone, all’interno di locali predisposti.

Processo all’eretico o alla strega: con accuse infamanti ed eventuale sfida da parte di un campione per difendere l'onore della donna nel corso di un “giudizio di Dio” (possibilità di mettere in scena il rogo qualora si volesse far perdere il campione).

L’ Investitura a Cavaliere in pubblica piazza (o all’interno di una chiesa) ricostruita in base a testi siciliani della fine del XII secolo.

L’Ingresso nell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, con una complessa cerimonia per l’assunzione dell’abito.

Mostra di armi e armature dall’ XI al XV secolo: i nostri esperti accompagneranno il pubblico nell’affascinante viaggio che porta dall’usbergo normanno all’armatura bianca italiana di fine Quattrocento. La mostra non è di tipo “museale”: gli armamenti saranno effettivamente indossati dai nostri figuranti, mettendone alla prova resistenza ed efficacia. Sarà data al pubblico la possibilità di toccare, provare ed esaminare le attrezzature.

Tra i figuranti e le botteghe da noi ricostruite vi sono:

Il Pellettaio: abile artigiano che potrà produrre cinture, scarselle, foderi e quant' altro. (Per lavori specifici contattateci)

L' Armaiolo: mercante e riparatore di armi e armature.

Il Boia: armato di ascia, corda per impiccagioni, o fiaccola per il rogo. Questa è sicuramente una delle figure più radicate nell’immaginario collettivo.

I Lebbrosi: sfortunate vittime di una delle piaghe più conosciute del periodo.

E tanti altri ancora...





Per informazioni:
Email: info.rosaespada@yahoo.it
Sito web: http://www.rosaespada.it



INDIETRO
Nuovo sito Rievocazioni.net Iscriviti a Rievocazioni.net